42
shares
Fb
TW
P
G+
Pin to Pinterest
+
Cos'è?

Ultimamente sempre più influencer e VIP utilizzano Instagram per promuovere prodotti e segnalare eventuali codici sconto personalizzati. Nella maggior parte dei casi si lavora per nicchie: si contattano account che sono verticali su un argomento (per esempio body building e diete per sportivi), si forniscono dei campioni di prodotto e si concordano un numero di pubblicazioni da fare.

Spesso il tutto è accompagnato da hashtag specifici per cercare di monitorare le interazioni registrate. Qui vi segnalo 5 strumenti che potete utilizzare per monitorare determinati hashtag su Instagram.

Command Analytics & Stats for Instagram

Command è un’applicazione per iOS che permette di monitorare determinati hashtag. Nella sezione Post Stats puoi scoprire quali hashtag ottengono un maggior engagement, oltre che monitorare la media di like e commenti ottenuti dai differenti hashtag in uso.

Command monitora tutti gli hashtag che hai utilizzato nei tuoi post Instagram. Con le due funzioni di tracking, l’app ti mostrerà quali post contengono i singoli hashtag utilizzati e quali ottengono un maggior numero di interazione.

Sprout Social

Sprout Social è una delle piattaforme di social media marketing più famose e complete al mondo e, fra le tante funzioni, offre anche una reportistica molto completa su Instagram.

Il report include un’analisi degli hashtag: quali usi più spesso e quali ottengono il maggior tasso di interazione. Queste informazioni ti possono aiutare a monitorare i tuoi progressi e sperimentare nuovi hashtag.

È uno strumento a pagamento: i piani partono da 99$/mese per utente, ma fornisce funzioni complete per il social media management.

Simply Measured

Anche Simply Measured è una piattaforma completa per il social media management, con un focus sull’analisi, la reportistica e il social listening. All’interno è possibile trovare un report sugli hashtag di Instagram che forniscono delle statistiche dettagliate sulle tue campagne.

Oltre ad analizzare singolarmente i vari hashtag, puoi effettuare dei benchmark fra due o più hashtag, in modo da capire quale raggiunge le performance migliori.

Il report è formato da tre diverse sezioni:

  1. Chart: attraverso questa sezione puoi visualizzare graficamente le varie metriche.
  2. Scorecard: puoi ottenere una fotografia dei risultati degli hashtag che stai monitorando. È molto intuitivo e facile da comprendere, per avere una idea rapida delle varie performance.
  3. Appendix: puoi vedere la lista dei post che contengono l’hashtag nel periodo preso in analisi e, per ogni post, puoi vedere le statistiche.

Iconosquare

Iconosquare è uno dei più famosi tool per la gestione di Instagram. Permette di schedulare post, effettuare analisi, monitorare i commenti e rispondere. L’app può misurare l’engagement per gli hashtag che stai usando nei tuoi post e analizzare la crescita del brand o degli hashtag relativi ad una campagna.

Il monitoraggio inizia solitamente da quando hai aggiunto l’hashtag nelle tue dashboard, dunque non ha efficacia retroattiva e lo storico lo devi creare. È consigliabile, quindi, impostare l’hashtag prima dell’inizio di una campagna. Inoltre è molto facile comparare gli hashtag attraverso l’Overview: puoi vedere le metriche come il numero dei post pubblicati con l’hashtag e la percentuale di geotag presente sui vari post.

Keyhole

Keyhole è uno strumento di social media analytics per agenzie e uffici marketing. È specializzato nell’analisi di keyword e hashtag su Twitter e Instagram. È utile per effettuare analisi di social listening e capire quanto gli utenti parlano di un particolare argomento sui vari canali social.

Fonte immagine in evidenza: Depositphotos. Articolo liberamente tradotto da Social Media Examiner.

Ottieni contenuti spettacolari sulla tua email!

Ricevi contenuti utili per la tua attività direttamente sulla tua email!
Nome
Email

Lascia un tuo parere!

Ottieni Contenuti Extra!

Ricevi consigli, contenuti e strumenti che ti possono tornare utili per la tua attività!
Nome
Email
Anche io odio lo SPAM! ;-)
Leggi articolo precedente:
La gestione del budget advertising

Università e Lavoro: differenziarsi

Chiudi