101
shares
Fb
TW
P
G+
Pin to Pinterest
+
Cos'è?

LinkedIN è il social network per professionisti più utilizzato al mondo. Con oltre 300 milioni di utenti registrati è diventato nel tempo un punto di riferimento per tutti i professionisti nel web. Lo si usa per ricercare lavoro, creare un proprio curriculum 2.0, allargare il proprio network.

Come qualsiasi social media ha delle regole e delle linee guida che tutti dobbiamo rispettare per non danneggiare la nostra immagine e la nostra professionalità. In questa infografica troverai 10 cose da fare e 10 da non fare su Linkedin, vediamole insieme.

linkedin

Cosa fare: personalizza il messaggio di richiesta connessione

Ogni volta che inviti una persona ad entrare nella tua rete, LinkedIN ti permette di personalizzare il messaggio, inserendo un breve messaggio utile.

Usalo per ricordare alla persona come vi siete conosciuti oppure per spiegare il motivo per il quale vuoi aggiungerlo alla tua rete. Avrai maggiori possibilità che l’utente confermi la richiesta di connessione.

Immagine del profilo

Inserisci una immagine del profilo del tuo volto in modo da riconoscerti subito.

Niente occhiali scuri (come la foto che ho attualmente io e che devo assolutamente modificare) ma solo foto in atteggiamenti professionali. Meglio se la foto vi ritrae mentre siete al lavoro o durante un convegno.

Richiedi delle referenze ma…

Non richiedere delle referenze a persone che non conosci e non scrivere referenze false. Usa questo strumento con parsimonia, è molto valido se non ne viene fatto abuso.

Solo informazioni professionali

Che ti piace la pizza o che ami viaggiare non interessa a nessuno. Sul tuo profilo devi inserire solamente informazioni professionali.

Quindi sì alle esperienze lavorative, stage, corsi di laurea e tutto ciò che riguarda la tua professione.

Disattiva le notifiche per gli aggiornamenti

Ogni volta che aggiorni il tuo profilo viene in automatico generata una notifica sul tuo stream.

Ciò può risultare fastidioso e noioso per la tua rete, meglio disattivarle.

Invia un messaggio di benvenuto

Hai accettato un nuovo utente nella tua rete? Inviagli un messaggio di benvenuto facendogli sapere chi sei e che ti fa piacere averlo nella tua rete.

Qualsiasi informazioni che pensi possa tornargli utile inseriscila pure.

Coltiva le relazioni

Non abbandonare le persone che aggiungi al tuo network ma commenta i loro contenuti, visita il loro blog, chiedigli informazioni (senza esagerare).

Le relazioni bisogna coltivarle per farle diventare utili.

Come contattarti?

Rendi accessibili alla tua rete le informazioni per contattarti, altrimenti rischierai di perdere delle opportunità utili.

Segna altri tuoi profili

A chi ti aggiunge su LinkedIN segnala la tua presenza sulle altre reti sociali per rendere la connessione più forte.

Rispondi in tempi rapidi!

Cerca di rispondere in tempi rapidi ai messaggi che ti arrivano. Se impieghi 1-2 mesi per rispondere tanto vale chiudere il proprio account, non trovi?

Cosa Non fare: SPAM

Sul tuo profilo e sui gruppi a cui partecipi non spammare i tuoi contenuti ovunque. Cerca di avviare discussioni interessanti senza cercare di ottenere solo visibilità.

Lo SPAM è sgradevole ovunque, anche su LinkedIN.

Non ripetere le stesse cose!

Se un tuo post non ha suscitato interesse è inutile riproporlo. Basta una volta sola!

Non chiedere referenze agli sconosciuti

Come ti dicevo prima, se con una persona non ci hai lavorato e non la conosci è inutile chiederle delle referenze. Questo strumento è ancora molto valido per decretare la professionalità di una persona che non si conosce.

Non abusarne, faresti solo una brutta figura.

Troll? No grazie!

Non commentare con risposte poco costruttive le discussioni sui gruppi. Devi essere più propositivo possibile, quindi evita il flame.

Non condividere se non offri valore

Se un tuo contenuto non offre alcun valore ed è fuori tema non condividerlo sui gruppi.

Utilizza i gruppi per generare discussioni interessanti intorno ai tuoi contenuti solo se fortemente collegati al tema del gruppo.

E, soprattutto, non promuovere solo i tuoi contenuti ma segnala sempre tutto ciò che può tornare utile.

Non inviare messaggi multipli

Ogni volta che invii un messaggio ad un utente LinkedIN in automatico viene generata una email. Se invii un messaggio multiplo tutti i destinatari vedranno l’email di tutti. Una bella botta in testa per la privacy.

Perciò se vuoi inviare un messaggio multiplo togli la spunta alla scritta:

Consenti ai destinatari di visualizzare nomi e indirizzi email reciproci

Non chiedere di mettere mi piace alla tua pagina Fan o seguire il tuo profilo Twitter

Va bene presentarsi nel messaggio di benvenuto, ma rompere le scatole chiedendo like o follow è sinonimo di scarsa professionalità.

Come minimo 3 volte alla settimana mi capita l’utente che mi chiede:

Metti mi piace alla mia pagina per scoprire tutto su questo argomento

È totalmente sbagliato. Fai parte della mia rete perché fornisci valore utile qui, non perché mi catapulti su un altro social network per leggere i tuoi contenuti.

“Mi segnali le competenze?”

Alcuni appena aggiunti ti inviano un messaggio per chiedere la conferma delle competenze (endorsement). Niente di più sbagliato. Se ho appena scoperto il tuo nome, come faccio a confermare che sei competente su un determinato ambito?

Come per le referenze, non abusare di questo ottimo strumento.

LinkedIN non è Twitter o Facebook

Le stesse abitudini che hai su altri social non le puoi avere su LinkedIN. Ogni social network è una storia a sé, con le sue regole e le sue buone abitudini.

 

Infografica: cosa fare e cosa non fare su LinkedIN

Infografica ad opera di Top Dog Social Media

Ora tocca a te…

Cosa ne pensi di questa infografica? L’hai trovata utile?

Ottieni contenuti spettacolari sulla tua email!

Ricevi contenuti utili per la tua attività direttamente sulla tua email!
Nome
Email

    2 Comments

Lascia un tuo parere!

Ottieni Contenuti Extra!

Ricevi consigli, contenuti e strumenti che ti possono tornare utili per la tua attività!
Nome
Email
Anche io odio lo SPAM! ;-)
Leggi articolo precedente:
E se Twitter introduce un Algoritmo per il suo stream?

#findYOURWay: corso di Corporate Storytelling

Chiudi