40
shares
FB
TW
G+
Ln
P
Cos'è?

Volevo proporvi una riflessione, a mio avviso, molto interessante legata al mondo dei social: la velocità di cambiamento delle abitudini degli utenti.

Per chi non abbia chiare le idee, ecco un riassunto cronologico degli eventi che hanno visto la nascita di Vine e gli ultimi update di Instagram.

Verso fino gennaio 2013, Twitter lancia un nuovo servizio: Vine. Molti lo paragono all’Instagram dei Video: il nuovo social, infatti, consente di condividere video di 6 secondi con i propri followers. Sembra proprio la trovata del secolo: iniziano ad arrivare i primi utenti, vengono pubblicati i primi video e Vine comincia ad ottenere cifre interessanti.

Addirittura arriviamo a inizio Giugno che i link verso Vine superano i link verso Instagram, un’app con molti anni alle spalle e con molti più utenti.

Immagine da MarketingLand

Immagine da MarketingLand 

Un’applicazione di pochi mesi riesce a superare i link in entrata di un’applicazione come Instagram. Però poi qualcosa cambia. A fine giugno Instagram introduce i Video e dichiara ”guerra” a Vine.

Immagine di TechCrunch

Immagine di TechCrunch 

In poco meno di un mese le abitudini degli utenti di Vine sono cambiate. Ecco una immagine che parlerà sicuramente meglio di 1000 parole.

Immagine di MarketingLand

Immagine di MarketingLand

Come si può benissimo notare, dal 4-6 giugno al 19 giugno le statistiche si sono completamente capovolte e vedono Instagram nuovamente superare Vine. Lo conferma nuovamente questo studio di Topsy

Immagine di MarketingLand

Immagine di MarketingLand

Ora, mettendo da parte la tipologia di Social Network e altri fattori, volevo, con questo post, discutere su un argomento ben preciso: le abitudini degli utenti sui Social Media.

Questo evento ci ha dimostrato come gli utenti sono imprevedibili, come non possiamo mai essere sicuri di che cosa può succedere domani sul mondo dei Social.

Allora quanto è importante aggiornarsi? Quanto possono essere valide tutte le previsioni a lungo termine di Marketing legate al mondo dei Social Media?

Ottieni contenuti spettacolari sulla tua email!

Ricevi contenuti utili per la tua attività direttamente sulla tua email!
Nome
Email

    9 Comments

  1. Daniele

    Instagram introducendo i video ha semplificato l’esperienza degli utenti: perché usare due differenti social network, quando con uno solo potrei fare le medesime cose? Comportamento non troppo imprevedibile quindi, a mio avviso: rendere le cose più facilmente accessibili è da sempre una strategia vincente.

  2. Michele Papaleo

    @Daniele – Ciao Daniele :)
    grazie per il tuo contributo.
    Ma tu ti saresti aspettato che nel giro di pochi giorni cambiassero le statistiche in quel modo?

    Si è passati da un inizio Giugno che vedeva Vine trionfare su Instagram, ad un fine Giugno che vedeva Instagram ritornare in vetta.

  3. Isabella

    Ciao Michele,
    molto interessante la tua analisi quantitativa dell’ultimo mese! Circa una settimana fa anche io ho riflettuto sull’argomento (http://www.4marketing.biz/2013/06/video-killed-the-radio-star/) e sinceramente mi aspettavo una “rimonta” di instagram, forse però non così esponenziale in così poco tempo. C’è da dire che il bacino di utenti di instagram è davvero enorme, e Vine questo elemento fa davvero fatica a compensarlo. E poi, come accennava Daniele, è più comodo usare un unico strumento che due diversi. Un’ulteriore riflessione è emersa mentre scrivevo sul fatto che per usare Vine devi essere un po’ “sgamato”: l’elemento loop infatti è tanto strategico e divertente quanto difficile da applicare in modo efficacie se non si ha un minimo di creatività e conoscenza del videomaking. :)

  4. Michele Papaleo

    @Isabella – Ciao Isabella,
    grazie per il tuo contributo :)
    Molto probabilmente la risalita di Instagram ce l’aspettavamo tutti, per carità si sapeva.

    Ma il fattore che mi ha lasciato di stucco è stata la tempistica: meno di un mese per recuperare ciò che aveva iniziato a perdere a gennaio!

  5. igniup

    La consistenza numerica degli utenti all’interno dei social network secondo me spiega con in un mese possa cambiare tutto. I social network sono sistemi complessi come tali si comportano. Pensiamo al volo di uno stormo di uccelli o ad un branco di pesci, capace di cambiare direzione e forma in pochi secondi. Piccole scelte individuali che influiscono su quelle degli altri da pari a pari. Insomma non mi stupirei più di tanto. E poi sul “fuoco di paglia” di Vine (in termini di traffico maggiore rispetto a Twitter) sono d’accordo con Daniele: “Instagram introducendo i video ha semplificato l’esperienza degli utenti: perché usare due differenti social network, quando con uno solo potrei fare le medesime cose? “

  6. igniup

    Più che semplificazione, l’arricchimento della propria offerta con servizio di microblogging esteso anche ai video. In quel settore è il leader di mercato e ha dalla sua parte la massa critica di utenti. Ecco secondo me spiegato quel capovolgimento nelle statistiche di traffico.

La tua email non verrà pubblicata.

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Ottieni Contenuti Extra!

Ricevi consigli, contenuti e strumenti che ti possono tornare utili per la tua attività!
Nome
Email
Anche io odio lo SPAM! ;-)
Leggi articolo precedente:
Come scrivere veloce
Web Writing: 7 consigli per risparmiare tempo e aumentare i guadagni

blog_consigli
Blogging e l’importanza del luogo di condivisione

Chiudi