6
shares
Fb
TW
P
G+
Pin to Pinterest
+
Cos'è?

Inserire banner Adsense sul proprio blog non implica certamente un guadagno. Vi sono moltissimi siti che hanno (molti) banner pubblicitari all’interno del proprio blog e non riescono a guadagnare un tubo. Un falso mito è quello che afferma ”Più banner ho, più il guadagno aumenta!”. Assolutamente sbagliato. Non è la quantità dei banner che aumenta gli introiti, ma un corretto posizionamento e una ottimizzazione degli annunci!

E dove lo metto questo Banner? Qui c’è spazio!

No! Non dobbiamo inserire i nostri banner dove ci capita oppure in posti dove c’è spazio. Dobbiamo studiare il layout del nostro blog e scegliere delle aree in cui posizionare i nostri banner pubblicitari. Può capitare, infatti, che lo stesso banner con gli stessi link abbia maggiori entrate in una posizione rispetto che ad un’altra. Visto che siamo in tema, prendiamo l’esempio di un blog. Vediamo dove potremmo sistemare i nostri banner Adsense.

Iniziamo subito ad escludere il footer: è una delle parti del layout che viene visualizzata pochissime volte, dobbiamo invece cercare l’area del nostro layout su cui si concentrano gli occhi dei nostri visitatori. Nel caso di un blog inseriremo i nostri banner pubblicitari all’interno dei nostri post, ovviamente non ne inseriamo molti altrimenti rischieremo di sviare il lettore dal suo obiettivo: leggere l’articolo.

Su questo blog ho fatto diversi esperimenti e, fra tutti i banner e fra tutti i posizionamenti che ho provato, gli unici due banner che hanno ottenuto un notevole successo sono il banner 468×60 prima del contenuto dell’articolo e il banner 336×280 nel mezzo del post.

Con soli due banner potete ottenere un buon ritorno economico! Ma ora passiamo all’ottimizzazione!

Ottimizzare i banner Adsense, cosa significa?

Dobbiamo integrare il più possibile i banner Adsense nel nostro blog, ovvero il nostro lettore non deve notare nessuna differenza fra il testo dell’articolo e il testo degli annunci. Dunque impostiamo i colori dei nostri annunci come i colori del nostro foglio di stile ed eliminiamo il colore ai bordi.  Se un utente si accorge che quello che sta leggendo è un annuncio pubblicitario potrebbe saltare subito alla conclusione dell’articolo o potrebbe chiudere il nostro blog.

Blocchiamo le url non inerenti alle nostre tematiche

Vi è mai capitato di visualizzare sul vostro sito web pubblicità che non hanno nulla a che vedere con il vostro contenuto? A molti blogger è capitato, me compreso e da quando ho bloccato le categorie inutili e le url poco attinenti alle mie tematiche i guadagni sono aumentati di una buona percentuale.

Per bloccare url e categorie che potrebbero non interessare ai nostri lettori seguiamo questa procedura:

  1. Effettuiamo il login su Google Adsense;
  2. andiamo su consenti e blocca annunci;
  3. nel menù a sinistra clicchiamo su Categorie Sensibili e blocchiamo le categorie poco attineneti;
  4. se invece vogliamo bloccare una url specifica clicchiamo su URL inserzionisti e inseriamo l’url da bloccare.

In conclusione con queste poche modifiche ai vostri banner e con un corretto posizionamento all’interno del layout potete veramente aumentare il ritorno economico del vostro blog.

Cosa ne pensate? Avete trovato questi cambiamenti utili?

Ottieni contenuti spettacolari sulla tua email!

Ricevi contenuti utili per la tua attività direttamente sulla tua email!
Nome
Email

Lascia un commento

Ottieni Contenuti Extra!

Ricevi consigli, contenuti e strumenti che ti possono tornare utili per la tua attività!
Nome
Email
Anche io odio lo SPAM! ;-)
Leggi articolo precedente:
Continua la caccia di Google alle content farm

Test sulla velocità di indicizzazione di Contenuti condivisi su G+
Google+: tempo di indicizzazione dei contenuti

Chiudi