8
shares
Fb
TW
P
G+
Pin to Pinterest
+
Cos'è?

Questo è un guest post di Barry Cooke, esperto di social media e motori di ricerca. Barry ha lavorato nel campo della ricerca e dei social media per oltre 15 anni con diversi brand molto noti come Badoo, ed al momento è il production director per QDOS Digital Media, una agenzia di digital marketing con base in Inghilterra

Era probabilmente la fine del 2010 quando sembrò che le società si rendessero improvvisamente conto del potenziale dei social media per promuovere servizi e prodotti, per contattare potenziali client e per consolidare la notorietà di marca. La conseguenza fu un’esplosione di pagine su Facebook, profili su Twitter e canali su YouTube delle più prestigiose marche. Non che si sbagliassero, i social media sono davvero uno strumento potente, ma in termini di tecnologia online sono ancora agli esordi e per questo la nostra conoscenza delle loro potenzialità e caratteristiche è ancora in crescita.


Promozione Spam: Il frullato che producete può anche essere irresistibile per tutti i ragazzini ma non dovete necessariamente farcelo bere a forza. Se le società aggiornano i loro profili su Facebook o Twitter solo con i nuovi prodotti i post non risultano semplicemente noiosi ma anche estremamente fastidiosi. Nessuno ha voglia di leggere aggiornamenti ripetitivi del tipo “Acquista XYZ adesso!” oppure “Guardate il nuovo XYZ sul nostro sito!”. Questo tipo di aggiornamenti non è che il modo molto sicuro per perdere fan e follower. Meglio quindi limitarsi a due o tre promozioni al giorno, proprio al massimo.

Non chiedete continuamente retweet o condivisioni. Ogni tanto va bene, anche un po’ di più se ne vale davvero la pena. Si vedono spesso enti di beneficienza che chiedono retweet ai VIP, con successo. Ma se state semplicemente promuovendo un prodotto o un servizio che non è no-profit allora ottenere lo stesso successo sarà una vera battaglia. Chiedere un retweet ogni tanto è assolutamente accettabile, ma dovreste svolgere ricerche sul tipo di clienti a cui volete rivolgervi.

I social media nascono per entrare in contatto con la gente, partecipare a discussioni e dibattiti; parlate quindi ai vostri clienti, rispondete alle loro domande o anche meglio, fate loro domande. In questo modo potrete comprenderli molto meglio ed è facile che saranno loro stessi a condividere senza che nemmeno dobbiate chiederlo.

Non create post di getto. Difficile ma assolutamente necessario. Aggiornare le piattaforme dei social media è tutta una questione di equilibrio: dovete trovare la giusta via di mezzo, tra un aggiornamento rilassato e naturale ed uno informativo, professionale. Se la bilancia pende troppo verso quest’ultimo il risultato sarà un post ingessato, rigido e praticamente illeggibile. Se pende verso il primo, il post risulterà poco professionale, con scarso acume e poco informativo. La chiave fondamentale è la leggibilità. Come raggiungerla? Con la pratica e scrivendo un testo in modo corretto, approfondito, con stile, esattamente come se steste scrivendo un contributo per una rivista, un giornale o un blog. Potrà anche sembrarvi eccessivo ma dovreste prendere molto sul serio le vostre attività con i social media, tanto seriamente quanto qualsiasi altra attività che svolgete in ambito aziendale se volete che ciò che scrivete, incontri il favore dei lettori.

Non fate continui aggiornamenti. Fate le vostre ricerche e scoprite quando i vostri clienti target sono maggiormente online; può essere lunedì mattina, venerdì pomeriggio o anche nel weekend, nel qual caso dovrete rivedere la vostra strategia. Non create tweet e non aggiornate Facebook senza un valido motivo. Certo, è importante che aggiorniate con regolarità ma non scrivete niente se non avete niente da dire. Dedicate invece questo tempo a creare contenuti accattivanti e news interessanti o a rispondere alla vostra clientela.

Non create profili multipli. Questo è un aspetto davvero importante in termini di ritorno del vostro investimento. Scegliete due, al massimo tre diverse piattaforme di social media e create un unico profilo societario per ognuna di queste piattaforme. Uno dei più grandi errori che le società compiono quando saltano sul treno dei social media è di registrarsi ovunque ottenendo solo un effetto di grande dispersione.

Ottieni contenuti spettacolari sulla tua email!

Ricevi contenuti utili per la tua attività direttamente sulla tua email!
Nome
Email

Lascia un commento

Ottieni Contenuti Extra!

Ricevi consigli, contenuti e strumenti che ti possono tornare utili per la tua attività!
Nome
Email
Anche io odio lo SPAM! ;-)
Leggi articolo precedente:
15 risorse utili per blogger e social media manager!
Biglietto da visita per Blogger
4 Consigli per il biglietto da visita di un Blogger

Chiudi